BLOCCO LOMBARE ACUTO

Il blocco lombare può essere molto invalidante. L’Osteopatia può essere di aiuto in chi soffre di questo problema e sin da subito, in modo da velocizzare il processo di guarigione e migliorare la funzionalità della colonna vertebrale.

Il blocco può derivare da una problematica articolare (chiamata faccettaria ), del disco ( discogenica ) o da un problema muscolare ( miogeno ).

Il blocco lombare articolare spesso si verifica alzandosi da una posizione piegata, con un forte dolore che impedisce il raddrizzamento, rimanendo bloccato in posizione flessa in avanti (detto anche colpo della strega). Può irradiare il dolore a livello dell’arto inferiore e il dolore lombare è spesso ben localizzabile ed è descritto come sordo, pungente.

Il blocco lombare discogenico si può manifestare anche a distanza di uno o due giorni dall’evento scatenante, avendo per sua caratteristica un’evoluzione lenta. Viene spesso descritto come dolore a fascia, profondo, centrale sulla colonna, può irradiare a livello dell’arto inferiore. Le posizioni mantenute, posizioni semi flesse, movimenti veloci, starnutire, tossire sono delle tipiche attività che possono dare dolore.

Il blocco miogeno può essere il risultato di tensioni miofasciali, di squilibri posturali (sia della colonna vertebrale che dell’allineamento degli arti inferiori), sforzi o gesti ripetuti che comportano sovraccarico muscolare (sia lavorativi che sportivi). Il dolore è spesso costante sia in posizioni di riposo che durante i movimenti.

L’approccio osteopatico è globale e quindi va alla ricerca delle cause meccaniche che hanno creato queste problematiche, considerando sia ciò che è accaduto durante l’episodio scatenante, eventuali recidive passate oltre che la storia del paziente. E’ fondamentale considerare aspetti come cicatrici (soprattutto a livello addominale), appoggio plantare, mobilità dell’anca, interventi chirurgici agli arti inferiori o addome, abitudini, come fattori predisponenti  che nel tempo possono aver creato le condizioni affinché avvenissero questi blocchi.
Le tecniche osteopatiche sono scelte in base alla valutazione osteopatica, dalle caratteristiche del dolore del paziente e della sua storia (come incidenti stradali, recidive passate, interventi chirurgici, ecc..). Nei casi acuti le tecniche hanno l’obiettivo di favorire la guarigione e di far diminuire il dolore, migliorando aspetti vascolari, diminuendo il tono muscolare e ristabilendo la fisiologica mobilità articolare. Viene effettuato un trattamento osteopatico sia dell’area dolente che delle aree limitrofe (come torace, addome, bacino, arti inferiori, eventuali cicatrici, ecc… ) scelte in base al risultato dei test e della valutazione osteopatica.

le diverse specializzazioni
osteopatia + posturologia + fisioterapia
i punti di forza
perché scegliere il Dott. Cherubini
il percorso terapeutico
i 3 passi verso la guarigione
Dott. Danilo Cherubini
chi sono